La valle di Segesta

La valle di Segesta

cartolina incorniciata dalle valli
load

Una collina circondata di verde e valli, una deviazione dalla strada per Calatafimi.

Nel bel mezzo di una campagna di sassi un tempo inaccessibile, splende il maestoso Tempio di Segesta.


36 colonne doriche, il Tempio sorge dove fu l’antica città di Segesta, fondata dagli elimi, in una zona collinare, aperta sul Monte Inici, da dove era possibile controllare le zone limitrofe.

Aperta campagna, rupi e la vista di Castellammare del Golfo in lontananza.

Segesta sarebbe già uno spettacolo di paesaggio, anche senza il Tempio che domina la zona ed è visibile man mano che ci si avvicina.

Imponente nella sua bellezza antica, pare che il Tempio sia stato cominciato nel 426 a.c. e lasciato incompiuto, perciò il luogo di culto non è mai stato dedicato a nessuna divinità.


Il Tempio non è l’unica meraviglia della zona archeologica di Segesta.

Sulla cima più alta del Monte Barbato, a 400 mt di altezza, si trova il Teatro ellenistico, costruito nel III sec. a.c.

Venti gradinate scavate nella roccia che conducono ad un’area semicircolare su un panorama di macchia mediterranea e colline a perdita d’occhio.

Mare e montagna, cartolina incorniciata da valli.

Segesta è dal 1967, Teatro che funziona e che ospita, annualmente il Festival delle Dionisiache. Il luogo fa rivivere magie di atmosfere suggestive. Molte delle opere teatrali vengono presentate all’alba. Lo spettatore assiste, oltre a opere classiche, anche a spettacoli musicali e di danza di alto livello.

Dal Tempio al Teatro, si può arrivare a piedi, e a seconda della stagione, salendo ci si immerge in una vegetazione fitta di agave e di margherite colorate.

Ammirare il Tempio, mentre si sale, fa di questa esperienza, una passeggiata indimenticabile.

Per chi non volesse andare a piedi ed avere comunque la possibilità di visitare il Teatro, può usufruire del servizio Navetta verso gli scavi.

L’area archeologica è visitabile dal 27 Marzo al 1° Ottobre, dalle 9.00 alle 19.30.

Il biglietto singolo costa 6 Euro.

Raggiungere Segesta è possibile percorrendo la Trapani Palermo e seguire le indicazioni fino all’uscita Segesta. Due ampi parcheggi e un’area ristoro vi daranno il benvenuto per una sosta indimenticabile nella storia della Sicilia.

Può anche interessarti

Processioni in provincia
leggi tutto
Apr 05 2020

Processioni in provincia

La provincia si accende di fiaccole

I Misteri di Trapani
leggi tutto
Apr 09 2020

I Misteri di Trapani

Un rito che esiste da 400 anni

Gli aquiloni di maggio a San Vito lo Capo
leggi tutto
Mag 20 2020

Gli aquiloni di maggio a San Vito lo Capo

Non prendere impegni dal 21 al 24 Maggio 2020, è in arrivo il Festival degli Aquiloni

La festa di San Vito
leggi tutto
Giu 14 2020

La festa di San Vito

A San Vito lo Capo è festa del Patrono il 15 giugno

Torna il Cous Cous Fest a San Vito lo Capo
leggi tutto
Set 17 2020

Torna il Cous Cous Fest a San Vito lo Capo

XXIII Cous Cous Fest, 18 - 27 settembre 2020, l’evento ha ormai una tradizione più che ventennale.

I 3 alimenti colorati da gustare a Trapani
leggi tutto

I 3 alimenti colorati da gustare a Trapani

Bianco, giallo e rosso sono i colori di tre frutti del territorio dell'agro ericino

Museo della Tonnara
leggi tutto

Museo della Tonnara

La storia della pesca del tonno in mostra in una cornice unica e contornata da tanta traduzione

Una passeggiata tra i mulini
leggi tutto

Una passeggiata tra i mulini

Il Museo del Sale e le saline al tramonto.

Direzione Sud: trekking, camminate, percorsi.
leggi tutto

Direzione Sud: trekking, camminate, percorsi.

Tramonti, solstizi e borghi incantevoli

Celebrazioni per la Santa Pasqua
leggi tutto
Apr 09 2020

Celebrazioni per la Santa Pasqua

A Trapani ed Erice il venerdì santo escono in processione le vare dei Misteri.

Dicono di noi

Parco degli Aromi

5 stelle per tutto, dal panorama mozzafiato, alla pulizia. Il personale è preparato e sempre a disposizione! Soprattutto la sig.ra Loredana!
All'interno della struttura c'e anche la spa, dove la professionalità e la gentilezza non sono da meno, oltre ad esserci un panorama stupendo.
Adatto anche a chi ha problemi di intolleranze e allergie... preparano tutto a parte su richiesta.
Una scelta ottima per chi vuole rilassarsi e concedersi un fine settimana da sogno.

fonte: Tripadvisor Valentina M. 31/12/2018

Eccezionale

 Struttura nuova ben curata , la Camera molto spaziosa e con una bellissima vista Colazione ottima e servizio curato Abbiamo cenato una sera e devo dire mangiato molto bene! Vicino alla bellissima Erice e punto di partenza per vedere Trapani e anche San Vito lo capo
Ha soggiornato nel mese di agosto 2018

 

fonte: booking Rosaria 23/08/2018

soggiorno di una notte ma da ricordare

Io e mia moglie abbiamo pernottato solo una notte in questa struttura. La nostra esperienza è stata positiva. Abbiamo avuto un cordiale benvenuto, una camera vista mare e tramonto favolosa pulita e confortevole. Colazione alla mattina di gran gusto. Noi lo consigliamo. Anzi speriamo di riuscire a tornare.

fonte: Tripadvisor Rebecca B 09/06/2017

viaggio in piccolo gruppo

Location meravigliosa con un panorama mozzafiato, camere bellissime, accoglienza puntuale e tipicamente cordiale. La cena è stata fantastica, oltre ogni migliore aspettativa. La prima colazione ricchissima e abbondante. Soddisfatto al 110 % !!

fonte: Tripadvisor raffaele1966 21/05/2017

La scoperta della Sicilia

Non ero mai stato in Sicilia. per me era la prima volta. Profumi, colori e sapori fantastici, tutti raccolti in un Resort di primissimo livello, inclusa la cucina. Lo consiglio a tutti. Per le famiglie con bambini è fantastico. un po' fuori mano, ma in un angolo incantevole, sotto Monte Erice. Dotato di piscina e di una vista incantevole verso i monti e verso il mare.

fonte: Tripadvisor antoravetto 26/04/2017

Parco degli aromi Resort & Spa

Abbiamo trascorso un bellissimo momento in pieno relax in una struttura elegante ed esclusiva... bella la spa, il personale competente e molto ospitale... di ottima qualità il ristorante , dove lo chef Fabio ci ha deliziato con i suoi piatti

 

fonte: Anna Rallo